La voglia di risvegliare un paese addormentato, le capacità e le idee per mettere in campo un reale cambiamento. Così la lista “W Petacciato viva” si è presentata al paese domenica pomeriggio 21 maggio durante il comizio di presentazione avvenuto davanti alla sede dell’ex Comune, in viale Pietravalle.

Centinaia di persone sono accorse per ascoltare le parole del candidato sindaco Roberto Di Pardo e della sua squadra. Uno a uno, a esclusione di Lara Catinaro assente per impegni personali precedentemente assunti, i candidati consiglieri si sono presentati alla folla. Giovani ed esperti si sono alternati al microfono strappando applausi e commenti di approvazione. Ragazzi come Federica Capodaglio, Dina Di Leonardo, Nicola Felice, Giuseppe Greco e Serena Zucaro hanno saputo toccare tasti particolarmente cari ai tanti giovani presenti in viale Pietravalle.

L’esperienza e la professionalità di Luisa Caruso, Nicola Del Re, Egidio Di Lena, Antonio Di Pardo, Luigi Di Vito e Luigi Monti è stata apprezzata, condivisa e più volte applaudita. I temi sono stati i più disparati: dall’appartenenza e il senso di comunità che vanno recuperati, alla volontà di mettere in piedi iniziative che favoriscano una ripresa lavorativa mettendo insieme le necessità delle aziende e i bisogni dei lavoratori. E poi le possibilità turistiche e le esigenze sociali, l’attenzione al settore dell’edilizia e il dovere di dare ascolto ai giovani.

<<Occorre ripartire dal quotidiano – ha spiegato il candidato sindaco -. Non faremo proclami, ma saremo sinceri. La prima cosa da fare è il risanamento delle casse comunali. Veniamo da una malsana gestione finanziaria ma abbiamo gli strumenti per invertire la rotta>>.

Quindi alcune proposte. <<Vogliamo realizzare una pista ciclabile al giro d’allacciamento fra zona vecchia e zona nuova con senso unico di marcia per le auto, un ambulatorio aperto 24 ore al giorno che raggruppi gli studi dei medici di base all’interno di un locale comunale, isole ecologiche nel paese che rilascino sconti da utilizzare nelle attività locali>>.

Particolarmente sentito dalla gente in ascolto il passaggio sul cimitero. <<Uno dei primi interventi sarà la sistemazione del cimitero comunale che oggi è in condizioni indegne>>. Spontaneo ed estremamente convinto l’applauso scaturito da quelle parole.

Quindi un messaggio all’Amministrazione uscente. <<Non avvii cantieri senza copertura finanziaria o rischiamo di trovarci opere incompiute come la piscina che sta lì da 30 anni. Vi assicuro che rispetto al passato con noi ci sarà un modo diverso di fare>>.

Un momento della presentazione