“Devi pagare i debiti”. La scritta, in un italiano pedestre, ha fatto la sua comparsa qualche giorno fa sull’ingresso del night La Perla Nera a Petacciato marina. Chi lo ha scritto? È uno scherzo di pessimo gusto ai titolari, o il preludio di un avvertimento? La proprietaria ha deciso di segnalare l’episodio ai Carabinieri, ma ha preferito non sporgere denuncia. In questo modo non si può nemmeno avviare un’indagine, almeno per risalire all’autore del messaggio.

Petacciato. “Devi pagare i debiti”. La scritta, in un italiano pedestre (non è chiaro se voluto o meno) ha fatto la sua comparsa qualche giorno fa sulle saracinesche del night La Perla Nera a Petacciato marina. Club notturno aperto poco meno di un anno fa, dopo un lungo mal di pancia da parte della cittadinanza, che però alla fine non ha mai formalizzato il malcontento nei confronti del locale e ha digerito l’apertura. 

Locale che comunque, secondo i residenti della zona, vede una clientela solitamente non rumorosa e non numerosa. Che gli affari non vadano bene è un sospetto legittimo, ma il messaggio “vergato” con lo spray nero sull’alluminio delle porte ha aperto a numerosi interrogativi. Chi lo ha scritto? È una boutade, uno scherzo di pessimo gusto ai titolari, o il preludio di un avvertimento? 

Certo ai cittadini della zona e agli automobilisti di passaggio non è sfuggita quella scritta, subito cancellata dai proprietari, che apre a una serie di sospetti dal momento che – pur non essendo una minaccia – implica che chi ha sporcato le saracinesche con quelle parole sia a conoscenza di guai relativi alle finanze del night club. Lo gestisce una donna di nazionalità straniera, e che ha assunto diverse ragazze dell’Est Europa.

La stessa proprietaria ha deciso di segnalare l’episodio ai Carabinieri della stazione di Petacciato, ma ha preferito non sporgere denuncia. In questo modo non si può nemmeno avviare un’indagine, almeno per risalire all’autore del messaggio.

La Perla Nera ha aperto il 2 maggio dello scorso anno in via Mediterraneo, a poca distanza dalla chiesa. Questo aveva innescato una accesa protesta fra alcuni residenti della zona, che avevano avviato perfino una petizione. Tutto superato, e senza troppi ostacoli visto che il locale non dà fastidio e non disturba il sonno dei residenti

(moka)

[via Primonumero.it]