Petacciato. Una grande folla composta in gran parte da giovani e il rombo dei motori dei tanti motociclisti arrivati anche da Napoli hanno accompagnato Daniele Ciffolilli nel suo ultimo viaggio. Si sono svolti questo pomeriggio 15 ottobre nella chiesa di San Rocco i funerali del 27enne di Petacciato morto giovedì scorso in un incidente stradale avvenuto sulla Tangenziale partenopea, città nella quale il giovane viveva da alcuni anni. 
Nell’omelia il parroco don Gianfranco Mastroberardino ha invitato a «lottare per superare il dolore. Il dolore rischia di schiacciarci e dobbiamo aggrapparci a qualcosa, alla speranza. Ma oggi Daniele è nella gloria della vita eterna. La morte ci mette sempre di fronte alla difficoltà, non troviamo il senso. Dobbiamo credere nella resurrezione, a questo ci aggrappiamo, cerchiamo sostegno. Il senso è continuare a vivere». 
Il sacerdote ha poi parlato anche della passione per le moto. «La potenza non è mai troppa, vogliamo andare veloce, ma non dobbiamo dimenticare che la vita è un dono. Per questo invito sempre alla prudenza». 
Al termine della cerimonia la compagna di Daniele, la giovane Francesca, ha letto un commosso ricordo del 27enne, così come i compagni di scuola dell’Istituto Agrario di Larino, mentre una cugina gli ha dedicato la poesia “A Zacinto” di Ugo Foscolo

[via Primonumero.it]