Di seguito si riporta il testo della delibera di consiglio comunale numer 5 del 30 gennaio 2013 con gli allegati (scaricabili) delle interrogazioni della Minoranza relative:

 – ad un incontro tenutosi nei giorni scorsi nella Casa comunale avente ad oggetto il Piano regolatore; ALLEGATO A

 – alla delibera di consiglio comunale n.38 del 31.07.2012 avente per oggetto “variazione di Bilancio di previsione 2012 e pluriennale 2012/2014 assunta con deliberazione di giunta comunale n.129/2012 ALLEGATO B

 – alla realizzazione del nuovo ampliamento del cimitero comunale ALLEGATO C

 – al rispetto della normativa di cui all’art.11 comma 8 del D. Lgs. n.150 del 27.10.2009 in materia di trasparenza delle pubbliche amministrazioni ALLEGATO D

TESTO DELIBERA:

Prende al parola il consigliere di minoranza DI PARDO Roberto, che dichiara che il proprio gruppo consiliare intende presentare alcune interrogazioni. Lo si sarebbe voluto fare ad inizio seduta, ma a causa di un impegno del Sindaco, si discute a chiusura. Si chiede ai consiglieri, però, di non prendere altri impegni quando c’è il consiglio comunale vista la sua importanza.

Il consigliere DI PARDO Roberto dà, dunque, lettura della interrogazione relativa “ad un incontro tenutosi nei giorni scorsi nella Casa comunale avente ad oggetto il Piano regolatore” e la consegna al Segretario comunale (allegato A). Quindi spiega che la richiesta di formulare l’interrogazione ad inizio seduta era dettata proprio dall’esigenza di spiegare che il voto di astensione dato su tutti i punti all’ordine del giorno è l’espressione del dissenso della minoranza per le modalità con le quali si è tenuta la riunione sul Piano regolatore.

Il Sindaco Prof. Gabriele Domenico LA PALOMBARA dà risposta immediata alla suddetta interrogazione, spiegando che quella è stata solo la prima di una serie di incontri che l’Amministrazione intende svolgere in quanto si è nella fase terminale dell’adozione del Piano. Per quanto riguarda i tecnici invitati, si è dato mandato all’Ufficio Tecnico di chiamare tutti i tecnici del luogo.

Il consigliere DI PARDO Roberto replica dicendo che purtroppo non è stato così e si chiede di ripetere l’incontro.

Il Sindaco risponde assolutamente sì, così come successivamente si chiameranno le altre categorie, quali ad es. gli imprenditori. Si dispiace che si è interpretata la riunione come una mancanza di sensibilità verso la minoranza, si sta procedendo con queste consultazioni prima di mandare gli atti al Comitato sismico proprio perché si intende condividere con la parte politica e la cittadinanza lo strumento urbanistico. Nello specifico ci si aggiornerà al mese di febbraio.

Il consigliere DI PARDO Roberto dice che c’erano dei cittadini.

Il Sindaco sottolinea che c’era la maggioranza, ci si incontrerà anche con la minoranza.

Interviene il consigliere di minoranza CARUSO Luisa dicendo che il Sindaco aveva proposto un referendum.

Il Sindaco risponde che si tratta di una decisione che deve prendere il consiglio.

Prende la parola il Vicesindaco Avv. Alberto DI VITO, il quale intende chiarire che si è trattata di una riunione di natura tecnica e non politica svolta in assoluta trasparenza, infatti c’era anche il tecnico individuato dalla minoranza per la Commissione edilizia. Se non fosse stato presente tale tecnico si sarebbe potuto mancare di trasparenza.

Il Consigliere CARUSO Luisa replica che, comunque, l’altra parte politica, la minoranza, non era stata convocata. Si sarebbe gradito essere presenti, oltre a lamentare la mancanza di altri tecnici.

Il consigliere DI VITO assicura che si farà un incontro anche con la minoranza.

Il Sindaco ribadisce che si tratta di un processo, si sarebbe forse potuto partire dalla parte politica, ma il discorso proseguirà anche con la parte imprenditoriale e con la minoranza prima di ufficializzare gli atti.

Il consigliere DI PARDO Roberto dà lettura di una seconda interrogazione rivolta al Sindaco, relativa “alla delibera di consiglio comunale n.38 del 31.07.2012 avente per oggetto “variazione di Bilancio di previsione 2012 e pluriennale 2012/2014 assunta con deliberazione di giunta comunale n.129/2012””, e poi la consegna al Segretario comunale (allegato B).

Il Sindaco Prof. Gabriele Domenico LA PALOMBARA dichiara che si darà risposta scritta, però sottolinea che si è fatta una buona organizzazione estiva con esigue risorse finanziarie a disposizione. Coglie, quindi, l’occasione per rispondere anche all’assessore DI PARDO Angelo, dicendo che non è stata mancanza di sensibilità nei suoi confronti, ma nel mese di novembre, quando si sarebbe dovuta svolgere la festa del vino che il Comune non è riuscita a finanziare, si era nella fase dell’assestamento di bilancio e non c’era assolutamente disponibilità economica se non per le spese obbligatorie. Oggi si è nel 2013, si è aperto un nuovo esercizio finanziario, per cui si è trovata la disponibilità, tra l’altro minima, perchè si tratta solo di 300,00 euro che serviranno a far divertire i bambini. E’ un rammarico che la festa non si è potuta organizzare, perché ravvivare il clima anche nel periodo autunnale ed invernale è una buona idea, ma si è in tempo di crisi tanto che si è a volte costretti a rinunciare ai propri emolumenti pur di venire incontro alla cittadinanza. Però non c’era assolutamente mala fede.

Prende la parola il Vicesindaco DI VITO Alberto che dice che non avrebbe voluto, ma si trova costretto a dichiarare che i 300,00 euro serviranno per la SIAE e che la differenza ce la metterà lui proprio perché è un momento di crisi.

Interviene l’assessore DI PARDO Angelo che vuole specificare che della festa del vino se ne era parlato in Giunta ed è dispiaciuto perché nel frattempo si era già coinvolta la cittadinanza e le associazioni.

Il consigliere di maggioranza STANISCIA Antonio vuole precisare però che la festa non si è fatta anche perché erano venuti meno gli sponsor.

Il Vicesindaco DI VITO aggiunge che per quanto riguarda l’interrogazione della minoranza, la richiesta è legittima, si vuole solo sottolineare che per organizzare l’estate 2012 si sono fatti i salti mortali e che la Regione era in ritardo con le comunicazioni.

Il consigliere DI PARDO Roberto dice se erano poche centinaia di euro forse si potevano trovare per la festa di novembre.

Il Sindaco ribadisce che si era in fase di assestamento e che al di là della volontà politica è necessario che il Responsabile del Servizio ti dia la regolarità contabile. A dicembre si sono fatte iniziative come telethon e l’accoglienza dei ragazzi bosniaci finanziate direttamente dagli amministratori.

Il consigliere DI PARDO Roberto ritiene però che per quanto riguarda le manifestazioni estive la certezza nella contabilità non c’è stata e che, infine, per quanto riguarda l’iniziativa di novembre non c’è stata la volontà di farla.

A questo punto il consigliere CARUSO Luisa dà lettura della terza interrogazione relativa “alla realizzazione del nuovo ampliamento del cimitero comunale”, che poi consegna al Segretario comunale (allegato C).

Il Sindaco Prof. Gabriele Domenico LA PALOMBARA comunica che si darà risposta scritta e aggiunge che è a conoscenza che ci sono stati problemi con le imprese e con la parte elettrica, che hanno allungato i tempi. La contabilità finale dovrebbe essere stata consegnata, manca la pavimentazione, poi si potrà procedere alla consegna, ma c’è un RUP ed un direttore dei lavori che verranno coinvolti nella risposta.

Il consigliere CARUSO Luisa sollecita un incontro con i cittadini interessati per dare risposte adeguate visto che questi ultimi hanno dato un anticipo nel 2009 ed il saldo nel marzo 2012 e si vivono tempi di crisi.

Il Sindaco dichiara che si darà risposta a tutti, non appena si avranno elementi certi si scriverà ai cittadini. L’obiettivo è molto vicino, il progetto è stato realizzato al 90%, si tratta di chiudere al più presto. Raccolgo, comunque, l’invito ad informare i cittadini interessati.

Il consigliere CARUSO Luisa dà, dunque, lettura della quarta interrogazione relativa “al rispetto della normativa di cui all’art.11 comma 8 del D. Lgs. n.150 del 27.10.2009 in materia di trasparenza delle pubbliche amministrazioni”, che poi consegna al Segretario comunale (allegato D).

Il Sindaco comunica che si darà risposta scritta, coinvolgendo l’ufficio interessato e si appurerà se è il caso di rivolgersi a Ditta esterna per curare la gestione del sito; in ogni caso è un rilievo corretto.