Venerdì 10 agosto alle ore 21.00

Cinema e solidarietà s’intrecciano nell’opera All the invisible children. È una finestra aperta su realtà e luoghi che non siamo abituati a vedere. Sostenuto dalla Cooperazione Italiana allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri, questo film a episodi, scritto a sette mani, è un impegno contro la violenza ai minori nel mondo e, in modo particolare, contro l’infanzia negata e rubata in ogni continente. Sette registi: Medhi Charef, Emir Kusturica, Spike Lee, Katia Lund, Jordan Scott, Ridley Scott, Stefano Veneruso e John Woo, raccontano sette storie ambientate nei propri Paesi d’origine (Algeria, Bosnia, Stati Uniti, Brasile, Gran Bretagna, Italia, Cina). Sette episodi per mostrare che la violenza sui bambini è ovunque. Prospettive diverse ma un comune denominatore: la condizione di degrado, indifferenza e privazioni in cui molto spesso sono costretti a vivere i bambini. Bambini e adolescenti poveri, sfruttati e privati dei loro diritti fondamentali. Bambini che vivono, soffrono, muoiono. Bambini vittime di un mondo che sembra non volerli e non vederli. Bambini che reagiscono nell’unico modo a loro possibile: si adattano.

Buona visione.

Don Gianfranco