Via Mediterraneo

PETACCIATO–  Se vi sembra indiscutibile il relax di una passeggiata spensierata, vi invitiamo a rivalutare il vostro giudizio con una camminata in via Mediterraneo, a Petacciato Marina.  I marciapiedi sono sconnessi, alcuni alberi invadono lo spazio destinato al pedone, con le radici che deformano lo strato di asfalto, nelle cui spaccature cresce indisturbata l’erba, non vi sono rampe per i disabili ed in alcuni punti, addirittura, il marciapiede riesce ad ospitare a stento una persona.

 A fine descrizione parlare di asfalto e di marciapiede sembra    davvero un miraggio. Anziani e diversamente abili  preferiscono camminare giù dal marciapiede: le macchine che corrono velocissime sul rettilineo di Via Mediterraneo sembrano costituire la scelta “meno peggiore” per gli abitanti del posto, quindi anche una semplicissima passeggiata si trasforma in un’avventura, dalla quale molto spesso i più piccoli escono con escoriazioni, graffi e ginocchia sbucciate. Inoltre percorrendo via Mediterraneo in macchina un’altra in accortezza salta agli occhi: lungo il marciapiede, di fronte all’incrocio per salire su in paese, la segnaletica stradale non è più visibile agli automobilisti perché piegata e , quel che è peggio, è che costituisce un pericolo anche per i passanti, in quanto appuntita e arrugginita.

A conti fatti: siamo riusciti a costruire un impianto sportivo, siamo riusciti ad ottenere la Bandiera blu , abbiamo ben due parco giochi, ma non siamo capaci di dare la possibilità agli abitanti di Petacciato marina di fare una passeggiata tranquilla. E dire che abbiamo sentito parlare di questo luogo come del “ fiore all’occhiello di Petacciato”, eppure gli abitanti del posto sostengono di essere finiti nel dimenticatoio. E come biasimarli? Se chiedessimo agli abitanti del luogo l’ultima volta che i marciapiedi della frazione di Petacciato furono effettuati, molti di loro farebbero fatica a ricordarsene. Qualcuno azzarda qualche risposta – Forse vent’anni fa-. –Molto di più- sentenzia qualcun altro. Quel che è certo è che per arrivare ad un tale stato di degrado gli anni passati dagli ultimi lavori saranno sicuramente parecchi.