[riceviamo e pubblichiamo]

Cara bottega delle simpatiche canaglie,

Ieri c’e’ stata la festa di fine anno alla scuola materna di petacciato e purtroppo ho assistito ad un episodio, apparentemente insignificante, ma riflettendonci bene, molto sgadevole…

Noi genitori, qualche giorno fa,  abbiamo ricevuto un avviso nello zainetto dei nostri figli dove c’era scritto che erano invitati alla festa solo i genitori dei bambini dell’ultimo anno.

Dato che solitamente ogni anno la scuola prende questa decisione, a quanto pare per motivi di spazio, quest’anno che l’evento si svolgeva al campo sportivo ero convinta che fosse aperto a tutti i genitori…comunque sia, la scuola ha deciso cosi e mio malgrado sapevo di non poter presenziare.

Conoscendo mio figlio, che credo sia come tutti i bambini del mondo, l’ho preparato al fatto che la mamma non poteva esserci perche’ potevano partecipare solo i genitori dei bimbi che l’anno prossimo sarebbero andati alla scuola “dei grandi”, con la volonta’ di fargli vivere serenamente questa festa!

Arrivati stamattina all’asilo ho visto un gran fermento di gente…genitori e nonni (come privare i nonni di questa esperienza…credo sia giusto che partecipino) e, con sorpresa, ho notato che c’erano anche genitori di bimbi + piccoli e addirittura mamme che non hanno nessun figlio che frequenta la scuola materna…allora mi sono detta: “ forse ho letto male l’avviso” e ho chiesto informazioni ricevendo come risposta che dato che non ero socia della “bottega delle simpatiche canaglie” non potevo partecipare!!!!

Li’ per li’ ci sono rimasta un po’ male, ma non essendo una persona che ama polemizzare, senza rispondere nulla sono andata a lavoro.

Tornata a scuola a riprendere mio figlio gli ho chiesto: “ ti sei divertito??? Lui mi ha risposto: “ si, ma ho pianto perche’ tu non c’eri e le altre mamme si”. Allora gli ho detto: “ si c’erano le mamme dei bimbi piu’ grandi e lui mi ha risposto che non era vero c’erano anche quelle dei suoi amici piu’ piccoli…

Capite perche’ ho deciso di raccontare questa storia????

Cara bottega delle simpatiche canaglie, care rappresentanti,

Non si fa’cosi’ con i bambini!!!

Non so’ chi vi abbia permesso di discriminare dei bambini in un evento che si e’ svolto durante l’orario scolastico e con la presenza delle maestre… 

Ho sempre lodato la vostra iniziativa, ma cosi’ non ci si comporta perche’ non e’ assolutamente giusto che se un genitore non e’ iscritto ad una associazione esterna alla scuola, per un qualsiasi motivo, venga escluso da una manifestazione che si svolge in orario scolastico, senza avere neanche la possibilita’ di saperlo anticipatamente per decidere se e come far partecipare all’evento il proprio figlio.

Credo che un’associazione che abbia come scopo la gioia dei bimbi debba essere dotata di una forte sensibilita’ e di tanto buon senso ed in questo caso, mi dispiace dirlo, sono mancate entrambe le cose!!!

Vi chiedo dunque di farvi una domanda:

E se si fosse trattato di vostro figlio?

Questa vuole essere una critica costruttiva e spero che cosi’ venga interpretata…per evitare in futuro di commettere errori di questo genere.

Vi auguro dunque di portare avanti questo progetto  che, come tutte le cose della vita, ci permette anche di confrontarci e crescere insieme.

Buon lavoro

Un genitore