La Giunta comunale appena insediata ha approvato l’adozione dei cosiddetti parcheggi di cortesia a favore di donne incinte e mamme fino al compimento del primo compleanno del bimbo. Quattro posti, due su viale Pietravalle e due a Petacciato marina. Tuttavia non ci sarà l’obbligo di lasciare gli stallo liberi, dato che non è previsto dal codice della strada. «L’unica legge vigente è quella del buon senso ma sono fortemente convinta che i petacciatesi sappiano farne buon uso» afferma l’assessora Federica Capodaglio.

Petacciato. Quattro parcheggi di un colore che rimanda immediatamente al gentil sesso. Strisce rosa, fatte apposta per le neo mamme o per chi è in dolce attesa. Petacciato ne avrà presto due a Petacciato marina e due su viale Pietravalle. Si chiamano parcheggi di cortesia, o più comunemente parcheggi rosa, pensati per rendere più agevole la ricerca di un posto alle mamme. 

Per il Molise è una piccola grande novità. Finora solo a Termoli ne era stato realizzato uno, all’ingresso dell’ospedale San Timoteo, e per altro con strisce parecchio scolorite e molto spesso “usurpate”. A Campobasso invece il piazzale dell’ospedale Cardarelli ne è totalmente sprovvisto e le proposte fatte in consiglio comunale per realizzarne delle altre sono cadute nel vuoto. Eppure le strisce rosa sono una realtà in parecchie altre regioni, dove forse l’attenzione alle mamme è più alta. 

La delibera di Giunta che li istituisce a Petacciato recepisce una proposta della giovane assessora Federica CapodaglioDue stalli sono già stati disegnati, all’inizio e a metà di viale Pietravalle, uno in corrispondenza del vecchio Comune e l’altro della farmacia del paese. A giorni altri due posti verranno pitturati di rosa a Petacciato marina, nei pressi del lido Calypso. Un po’ i luoghi più frequentati del paese quindi, dove è più difficile trovare uno posto libero. 

Chiaramente l’intenzione è, come spiega la delibera, «sostenere la mobilità delle donne in gravidanza e delle neo mamme con prole fino a un anno». Tuttavia non esiste nel codice della strada una norma che riservi obbligatoriamente dei posti a questa categoria. «L’istituzione dei parcheggi rosa rappresenta un gesto simbolico di attenzione e sensibilità nei confronti dei bisogni delle famiglie, con cui si riconosce la natalità come valore sociale» specifica il documento.

L’assessora Capodaglio entra più nello specifico. «Dopo diversi anni la Giunta di Petacciato si colora di “rosa”, ben due assessori su quattro sono donne e abbiamo voluto dare da subito un segno di tangibile cambiamento, un segno che facesse intendere che le donne da oggi, non sono solo nell’organico della nuova amministrazione, ma anche nel cuore di questa nuova amministrazione. Insomma, dalle donne alle donne». 

Si potrà però correre il rischio che qualcuno lasci l’auto proprio lì senza che incorra in sanzioni. «È vero sono parcheggi di cortesia, nei quali l’unica legge vigente è quella del buon senso ma sono fortemente convinta che i petacciatesi sappiano farne buon uso e mi auguro che le neo mamme possano essere orgogliose di far vivere i loro figli in un paese più attento e più sensibile». Un appello al buon senso quindi per migliorare la vivibilità dell’intero paese.

I parcheggi rosa diventeranno effettivi nel giro di qualche giorno, il tempo di montare la segnaletica apposita. Per avere il pass, che è strettamente personale e non cedibile, si dovrà presentare una richiesta al Comune corredata dal certificato medico che attesti la gravidanza. Ne avranno diritto le donne incinte o le mamme fino a che il bambino avrà compiuto il primo compleanno. (sdl)

[via Primonumero.it]